PIACEVOLEZZA DEL VINO

12,00

160 pagine, 30 grafici e tabelle riassuntive

INTRODUZIONE            PAGINE DEL LIBRO           INDICE

 

In Italia non solo il vino è bevuto sempre meno (anche se sempre meglio), ma non è molto diffusa la “cultura del vino”, che risulta ancora elitaria. Talvolta per le spiegazioni astratte e complicate, sovente perché chi non si intende di vino immagina siano necessari anni per conoscerlo, spesso perché ad essere teorizzata è l’equazione vino di qualità = vino costoso, famoso e raro. Luca Maroni, autore di guide tradotte e diffuse in tutto il mondo, analista sensoriale di grande fama ed esperienza, si è fatto carico di questo problema ed ha elaborato una sua definizione della qualità del vino proponendo un metodo pratico perché tutti possano misurarla. Il vino di qualità è il vino piacevole. Se un vino è ricco di componenti pregiate in giusto equilibrio ed è privo di difetti, essendo ottenuto da un frutto universalmente piacevole quale l’uva, il suo sapore non potrà che rivelarsi altrettanto universalmente piacevole. Viceversa, se un vino all’assaggio risulta poco piacevole, la colpa non è di chi lo assaggia giacché poco competente, ma del vino stesso, che presenta qualche vizio d’origine viticolo e/o enologico. Il vino ad alto indice di piacevolezza è allora il vino-frutto, vino per il quale non esistono astemi, vino la cui qualità non va illustrata intellettivamente, ma anzitutto piacevolmente e spontaneamente sperimentata sul nostro palato.

L’autore crede ciecamente che chiunque, applicando un metodo efficace, possa degustare e valutare correttamente e naturalmente un vino: per questo prende per mano il lettore e gli insegna a decodificare, a leggere le sensazioni olfattive e gustative, a coglierne tutte le sfumature con un metodo di rigorosa impostazione scientifica eppure assolutamente facile, d’applicazione diretta ed immediata. Fra i pregi di questo lavoro spicca allora la sua “universalità”: è infatti rivolto sia all’esperto più o meno appassionato, sia a chi non ne capisce niente, sia all’astemio, al curioso, sia a chi vuole semplicemente saperne e capirne di più. Il manuale è completato dalla trattazione di altri argomenti fondamentali, come l’abbinamento cibo-vino, l’effetto temporale sulla qualità del prodotto, le migliori varietà di uve e di vini e i vini da investimento. Chiude il testo un ricchissimo Glossario della degustazione.

Categoria: